Questo sito utilizza cookies. Chiudendo la presente notifica o interagendo con il sito, se ne autorizza l'impiego come descritto nella nostra informativa

  • Call Us +39 026744581 or
  • Email info@afidamp.it
 x 

0 Items
0 Items

Per il Settore

Regolamento sull'etichettatura aspirapolvere: indicazioni della Commissione EU sulle misure da adottare in seguito all'annullamento

vacuum energy 960x480Afidamp ha interpellato la Commissione Europea circa le misure da adottare da parte di fabbricanti/distributori in seguito all’annullamento del Regolamento 665/2013 sull’etichettatura degli aspirapolvere.

Riportiamo di seguito quanto indicato dalla Commissione Europea:

L'8 novembre 2018 il Tribunale dell'Unione Europea ha annullato il Regolamento Delegato (UE) n. 665/2013 della Commissione nella sua interezza (causa T-544/13 RENV). L'annullamento ha effetto a partire dal 18 gennaio 2019. La sentenza del Tribunale non prevede misure transitorie.


Ciò comporta che dal 19 gennaio 2019 in poi:

  • I fabbricanti/importatori non possono più immettere, sul mercato dell'Unione Europea, aspirapolvere accompagnati dall'etichetta energetica come previsto dal Regolamento Delegato (UE) n. 665/2013 della Commissione.
  • I distributori non dovranno esporre, anche per la vendita a distanza e la vendita online, l'etichetta energetica con aspirapolvere o rendere disponibile ai clienti la relativa scheda informativa del prodotto. Fabbricanti/importatori e distributori non possono più fare riferimento alla classe di efficienza energetica degli aspirapolvere e alla gamma delle classi di efficienza disponibili sull'etichetta, sia nelle pubblicità sia nel materiale promozionale tecnico.
  • I fabbricanti/importatori non possono più inserire nella parte pubblica e nella parte relativa alla conformità della banca dati dei prodotti, le informazioni di cui all'articolo 4 e all'allegato I del Regolamento (UE) 2017/1369 relative ai loro aspirapolvere.

ATTENZIONE: la normativa sulla progettazione ecocompatibile relativa agli aspirapolvere, ovvero il Regolamento (UE) n. 666/2013 della Commissione, dell'8 luglio 2013, che attua la Direttiva 2009/125/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, per quanto riguarda le specifiche per la progettazione ecocompatibile degli aspirapolvere, continua ad essere in vigore.