Questo sito utilizza cookies. Chiudendo la presente notifica o interagendo con il sito, se ne autorizza l'impiego come descritto nella nostra informativa

  • Tel. +39 026744581
  • Email info@afidamp.it

Notizie | Eventi

L’emergenza Covid-19 ha cambiato il ruolo delle aziende del pulito?

Al Kilometro Rosso, in occasione della cerimonia di conclusione del Corso di Alta Formazione in Cleaning Management, Afidamp sottolinea l’importanza della formazione come elemento alla base di una sanificazione seria e consapevole

Milano, 28 settembre 2020 – Lo scorso 23 settembre, presso I.Lab Italcementi del Kilometro Rosso, si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi del Corso di Alta Formazione in Cleaning Management, promosso da Fra.Mar S.p.A. in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo. Un corso che ha preso il via prima dell’emergenza Covid-19 e che nel contesto degli ulti mesi ha assunto ancora maggiore rilevanza. Come ha sottolineato Giuseppe Remuzzi, direttore delll’Istituto Merio Negri, presente alla cerimonia, il lavoro di chi pulisce è un lavoro nobile, che si fa per gli altri e per fare in modo che non si ammalino.

Un tema che Afidamp da sempre porta all’attenzione di imprese e interlocutori e che oggi ancora di più diventa il cardine del lavoro associativo. Stefania Verrienti, segretario nazionale di Afidamp, che ha moderato gli interventi istituzionali prima della premiazione, ha sottolineato come, dopo questa pandemia, sia cambiato il valore che la società attribuisce alla sanificazione e ai suoi operatori. “Il nostro settore - ha spiegato Verrienti - è stato sempre consapevole dell’importanza del proprio ruolo, oggi questa consapevolezza si è allargata e le persone si sentono meglio e più sicure in un ambiente pulito”.

L’emergenza sanitaria ha purtroppo proiettato tutti in un mondo sospeso, privo di certezze, privo di contatti, ci ha negato le relazioni che sono alla base del vivere quotidiano. Oltre ai medici in prima linea c’erano gli operatori del pulito che Verrienti ha ringraziato per il grande senso di responsabilità dimostrato in quel difficile momento. Ma c’è un rovescio della medaglia. La parola sanificazione è stata usata e abusata da tutti i livelli della società e la cosa più preoccupante è che abbiamo assistito a un proliferare di sedicenti imprese di sanificazione che hanno approfittato dell’allarme generale per i propri interessi.

Ma la sanificazione è una cosa seria e non si può improvvisare. I diplomi che vengono consegnati  - ha commentato Verrienti - sono proprio la dimostrazione che sanificare è un complesso di procedure e di comportamenti che l’operatore può apprendere solo con un’adeguata formazione che comprenda anche l’acquisizione della consapevolezza del proprio ruolo e del proprio valore”.

L’augurio di Afidamp, che in questi mesi ha molto lavorato alla realizzazione delle linee guida sulla sanificazione di diversi settori (scuole, ristoranti, ospedali, supermercati, uffici), è che tutti comprendano, dalle istituzioni al legislatore, dalle imprese ai singoli cittadini, l’importanza dell’intero comparto del cleaning professionale, adeguando normative, interventi e supportando il settore, anche nel campo della formazione.